Perché dovresti lasciare che i tuoi bambini mangiano "spazzatura"

Perché dovresti lasciare che i tuoi bambini mangiano "spazzatura"

I genitori che sbirciano nella mia dispensa potrebbero rimanere scioccati nel vedere uno scaffale pieno di caramelle, come le Milky Ways, le Almond Joys e gli orsetti gommosi. A differenza della maggior parte dei genitori, raramente limito l'assunzione di dolci da parte di mia figlia. Né pretendo che lei si allontani dalla sezione trattamento della credenza.

Mentre alcune persone potrebbero pensare che sto creando un tossicodipendente spazzatura, le mie pratiche genitoriali sono basate sulla ricerca scientifica.

Sembra un paradosso, dal momento che la ricerca indica che il 17% di bambini e adolescenti sono obesi. E la maggior parte dei genitori capisce l'importanza di insegnare ai propri figli abitudini alimentari sane per evitare problemi di salute a lungo termine come l'ipertensione, le malattie cardiache e il diabete. A causa di questi rischi, pediatri e nutrizionisti consigliano di diminuire l'assunzione di zuccheri dei nostri bambini limitando i dolci, come la soda, le caramelle e i cupcakes.

Tuttavia, ho insegnato a mia figlia a mangiare consapevolmente facendo il contrario.

Come psicologo specializzato in disturbi alimentari, so che controllare ciò che i nostri bambini mangiano potrebbe portarli a sviluppare cattive abitudini alimentari in futuro. Infatti, un recente studio di ricerca pubblicato nel Journal of Nutrition Education and Behavior ha rilevato che i genitori di bambini obesi avevano maggiori probabilità di limitare direttamente l'assunzione di dolci da parte del loro bambino.

Lo studio, che comprendeva 237 madri e i loro figli, ha esaminato la risposta di ogni madre al desiderio del bambino di mangiare dolci. I ricercatori hanno scoperto che le madri i cui figli erano in sovrappeso avevano più probabilità di rispondere con affermazioni restrittive, tipo "Un dessert è sufficiente". Le madri i cui figli non hanno avuto l'obesità hanno dato risposte più aperte, come, "È troppo, non hai cenato."

La conclusione: mentre fissi dei confini fermi con i nostri figli può aiutarli a completare le faccende domestiche e i compiti a casa (vale a dire, nessun tempo sullo schermo finché non hai pulito la stanza), queste affermazioni non possono impedire ai bambini di mangiare troppo. Perché? Perché quando si tratta di abitudini alimentari, la ricerca mostra che la restrizione può aumentare il nostro desiderio per i cibi proibiti.

Il modo in cui parliamo di cibo gli dà potere

La restrizione alimentare e la dieta durante l'infanzia possono contribuire ad aumentare il rischio di binge eating in età avanzata. Quando i genitori chiamano dolci? Dolci? ? tratta ,? o? cibo cattivo? danno inconsapevolmente il cibo? speciale? energia. Questa etichettatura può aumentare il desiderio di un bambino di mangiare più del cosiddetto "cibo cattivo".

Ma parlando di patatine, biscotti e caramelle come qualsiasi altro cibo, possiamo disarmare il potere che esercitano sui nostri figli. Il bonus quando si avvicina l'educazione alimentare in questo modo è che potrebbe impedire ai bambini di sviluppare problemi di immagine del corpo durante l'adolescenza e la giovane età adulta.

E se vuoi evitare di entrare in una lotta di potere sul fatto che il tuo ragazzo possa mangiare o meno Skittles dopo cena, ricorda loro che le caramelle saranno disponibili il giorno successivo. L'uso di tattiche come questa può aiutare i bambini a evitare il "tutto o niente"? pensando, ricordando loro il loro potere di fare scelte alimentari intelligenti per conto di come si sentono i loro corpi.

Tuttavia, la maggior parte dei genitori cerca indicazioni su come insegnare ai propri figli abitudini alimentari sane. È davvero una scelta individuale. Invece di controllare ciò che mia figlia mangia, la autorizzo a fare saggi scelte alimentari per conto del suo corpo in crescita. Modificare come parlo con mia figlia del cibo aiuta a rafforzare la connessione mente-corpo. Ad esempio, invece di dire, "Finisci il tuo pranzo o avrai fame dopo ,? Dico spesso: "Ascolta il tuo corpo, ti sta dicendo che sei pieno?

Mangiare consapevole inizia in tenera età

Secondo Harvard Health, la ricerca mostra che il mangiare consapevole può insegnare alle persone le migliori abitudini alimentari. Lo fa incoraggiandoli a portare consapevolezza del momento presente al cibo che mangiano.

Carla Naumburg, allenatrice consapevole dei genitori e assistente sociale clinica a Newton, nel Massachusetts, afferma che la maggior parte dei bambini sono mangiatori consapevoli e il nostro lavoro di genitori è quello di coltivare questa consapevolezza.

? Le pratiche alimentari consapevoli possono favorire la consapevolezza e la curiosità del bambino riguardo al cibo che mangiano e aiutarlo ad ascoltare i loro corpi per i segni di fame e sazietà. Invece di imporre rigide regole su quanto un bambino mangia ad ogni pasto, dovremmo modellare come sintonizzarci su segnali interni e sostenere i loro figli a fare lo stesso? lei dice.

Insegnare ai nostri figli come mangiare consapevolmente significa esaminare e comprendere i nostri comportamenti alimentari. ? Non abbiamo bisogno di correggere tutte le nostre abitudini alimentari non abili. È un lavoro duro che non puoi realizzare in una vita frenetica, ma dobbiamo essere consapevoli di loro in modo da non passarli oltre ,? Naumburg aggiunge.

Ad esempio, quando ero un bambino, mia madre si nutriva spesso, basandosi sulla saggezza di Richard Simmons per aiutarla a versare chili indesiderati. Spesso si giudicava per aver mangiato certi cibi.

Mentre lei stava attenta a non rimproverarsi di fronte a me, la sentivo parlare al telefono con i suoi amici, dicendo cose del genere? Sono così male, non dovevo mangiare alcun carboidrato, ma ne avevo due biscotti dopo cena? o? Ero buono oggi, non ho mangiato zucchero.?

Anche se non stiamo dicendo direttamente ai nostri figli questo, quando li ascoltano capiranno che gli alimenti cadono in? Buono? o? male? categorie e che il nostro valore dipende dalle scelte che facciamo.

Limita le distrazioni alimentariNaumburg dice che le famiglie possono iniziare a mangiare in modo più consapevole limitando le distrazioni, come gli schermi, compresi tablet e telefoni, durante i pasti. Raccomanda anche di offrire ai bambini una varietà di scelte alimentari.

Concentrati sulla consapevolezza del corpo e meno sull'autocontrollo

Tuttavia, lo sviluppo di una relazione sana con il cibo non deriva dall'autocontrollo, ma dall'auto-consapevolezza.Prestare attenzione a come i vari cibi fanno sentire i nostri corpi può aiutare a coltivare questa intuizione, che è un esercizio che possiamo insegnare ai nostri figli.

Ad esempio, mia figlia sa che mangiare troppi dolci fa male allo stomaco. Poiché è consapevole di questo spunto corporeo, può autoregolare la quantità di zucchero che consuma.

In definitiva, insegnare ai nostri figli a fidarsi dei loro corpi è uno dei modi migliori per aiutarli a sviluppare abitudini alimentari sane. Imparando questa lezione, scoprono che fare scelte sagge di cibo viene dall'interno - un'abilità che può aiutarle per tutta la vita.


Juli Fraga è uno psicologo con licenza con sede a San Francisco. Si è laureata con PsyD presso la University of Northern Colorado e ha frequentato una borsa post-dottorato presso l'UC Berkeley. Appassionata della salute delle donne, si avvicina a tutte le sue sessioni con calore, onestà e compassione. Guarda cosa sta facendo su Twitter.