Cos'è la meditazione zazen?

Cos'è la meditazione zazen?

Capire Zazen

Zazen si riferisce alla meditazione seduta. È una pratica meditativa che ha lo scopo di dare un'idea della tua vera natura dell'essere.

Lo zazen ha origine dagli insegnamenti di Buddha, che visse in India 2500 anni fa e fondò la religione e la filosofia del buddismo. Questi insegnamenti furono portati nelle scuole del buddismo cinese e poi in Giappone.

Lo scopo della pratica è di lasciare andare tutti i giudizi e gli obiettivi. Il meditatore è consapevole di tutte le sensazioni e pensieri che sorgono e passano. La meditazione è la pratica di vedere le cose come sono realmente e di essere consapevoli che tutto è temporaneo. Ti permette di farlo concentrandoti sul momento presente.

La meditazione può migliorare la tua vita e te stesso in modi profondi, e ti permette di sviluppare la concentrazione della mente.

Continua a leggere per saperne di più sulla meditazione zazen e cinque tipi comuni di pratica.

Come entrare in posizione

Come sedersi

Per praticare Zazen, devi stare seduto dritto e attento. Questa postura ti aiuta a mantenere la consapevolezza sul corpo e sul momento presente. Se possibile, siediti di fronte a un muro. Dovresti essere in equilibrio tra rimanere a terra ed essere aperti. Mezzo loto e pieno di loto sono posture ideali per Zazen.

Se non riesci a sederti in questo modo, puoi provare una posizione diversa.

  • Siediti in posizione birmana, con una caviglia di fronte all'altra.
  • Siediti sui talloni e usa un cuscino da meditazione per il supporto.
  • Sedersi su una sedia o uno sgabello con i piedi appoggiati a terra.

Cosa fare con le tue mani

Porta le tue mani in un mudra a tua scelta. Prova queste opzioni:

  • Metti le mani sui palmi delle tue cosce se sei nella posizione del loto.
  • Posiziona la mano destra sulla parte superiore della mano sinistra con i palmi rivolti verso l'alto, disponendo le dita in modo che puntino verso il lato.
  • Metti le dita piccole contro il ventre inferiore, premendo delicatamente le punte dei pollici insieme sopra i palmi della mano.

Mantenere la consapevolezza sulle tue mani può aiutarti a rimanere concentrato e all'erta.

Come mantenere la tua postura

Tieni le scapole impegnate senza tendere le spalle. Per fare questo, tieni la testa dritta e il mento leggermente inclinato verso il petto. La colonna vertebrale dovrebbe essere diritta con un'inclinazione nella parte bassa della schiena. Ti sentirai ponderato e radicato nella parte inferiore del tuo corpo e la parte superiore del tuo corpo si sentirà leggera.

Metti la punta della lingua nella parte anteriore della parte superiore della bocca. Tieni i denti uniti e le labbra chiuse.

Non chiudere completamente gli occhi né aprirli troppo. Tieni uno sguardo morbido davanti a te.

Cosa fare con il tuo respiro

I tuoi pensieri hanno un effetto diretto sul tuo respiro. Mantenere la consapevolezza su ogni respiro mentre sale e passa può aiutarti a rimanere presente.

Ricorda:

  • Senti il ​​fiato invece di guardarlo o seguirlo.
  • Metti a fuoco la tua mente riportando la tua attenzione su ogni respiro quando la tua mente vaga.
  • Respirare come faresti normalmente in modo che il tuo respiro rimanga naturale.
  • Mantieni la pancia morbida e rilassata.

Come mantenere la tua mente concentrata

I tuoi pensieri probabilmente fluttueranno, si muoveranno e salteranno dappertutto. Usa la calma del tuo corpo e il ritmo del tuo respiro per stabilizzare la tua mente.

Ricorda:

  • Sii sempre gentile con te stesso mentre cerchi di calmare o stabilizzare la mente.
  • Qualsiasi forza da parte tua incontrerà resistenza della mente.
  • Consenti a te stesso di diventare un osservatore. Stai fermo mentre i tuoi pensieri seguono il loro corso.

Altri suggerimenti

La tua pratica formale è la tua meditazione seduta, e la tua altra pratica è di portare ciò che impari da esso in ogni aspetto della tua vita. Usa la stessa consapevolezza che hai nella meditazione seduta mentre procedi nella tua giornata.

Non c'è un programma prestabilito per quanto tempo hai bisogno di dedicare alla tua pratica. Devi creare la tua pratica e decidere quanto tempo puoi dedicare.

Ad esempio, iniziare con un tempo raggiungibile da 10 a 30 minuti al giorno. Nei giorni in cui hai più tempo per meditare puoi aumentare la quantità di tempo. Mentre sviluppi nella tua pratica, potresti trovare necessario dedicare ampi periodi di tempo alla meditazione.

È meglio cercare un insegnante qualificato che possa guidarti attraverso le pratiche. Potresti trovare utile meditare in un gruppo, almeno di volta in volta.

Ora che hai imparato come focalizzare la tua mente e posizionare il tuo corpo, esploriamo i cinque tipi comuni di meditazione zazen.

Tipo 1: Bompu Zen

Bompu significa? Ordinario? Questa meditazione è adatta a tutte le persone. Bompu Zen non ha alcun contenuto filosofico o religioso. Si pensa che praticare lo Zen Bompu possa migliorare la salute fisica e mentale producendo sentimenti di felicità e benessere. Non ha effetti collaterali negativi.

Bompu Zen può insegnarti a concentrarti e a controllare e calmare la tua mente. Puoi imparare come frenare i tuoi pensieri, resistere alle tentazioni e liberarti degli attaccamenti. Bompu Zen consente l'intelletto, il sentimento e la volontà di svilupparsi. Aiuta a coltivare la tua personalità e forza di carattere. Ti consente di affrontare con facilità ogni difficoltà nella tua vita.

Le seguenti pratiche terapeutiche possono essere considerate Bompu Zen:

  • arti marziali
  • Pratiche di longevità taoista
  • Teatro Noh
  • Arti Zen
  • la maggior parte delle forme di moderna meditazione occidentale

Tipo 2: Gedo Zen

Gedo significa "fuori"? e si riferisce agli insegnamenti al di fuori della tradizione buddista. Significa anche al di fuori della normale esperienza della tua vita.

Gedo Zen è collegato alla religione e alla filosofia. Invece del buddismo, Gedo Zen si riferisce allo yoga indù, alle pratiche di seduta confuciane e alle pratiche di contemplazione cristiana. Non adotta il Buddhismo Zen in modo formale, ma ne usa le componenti.

Gedo Zen viene frequentemente praticato per sviluppare poteri o abilità non disponibili per la persona media.L'intento è quello di raggiungere uno stato di coscienza alterato o compiere prodezze fisiche di cui normalmente non sei capace.

Tipo 3: Shojo Zen

Shojo letteralmente significa piccolo veicolo. Si concentra sull'insegnamento del passaggio dall'illusione all'illuminazione. È un piccolo veicolo perché è pensato solo per te. Sei responsabile solo per te stesso e per la tua tranquillità.

Questo tipo di meditazione ti consente di esaminare la causa di ogni sofferenza e confusione. È un'esplorazione del mondo intorno a te attraverso l'esperienza diretta. Shojo Zen è buddista, ma differisce dal più alto insegnamento del Buddha. Attraverso la consapevolezza, impari che sei parte di un tutto e non separato da nulla.

Shojo Zen è per le persone che credono nella duplice natura della realtà e si considerano separati dal tutto. Shojo Zen crede che alcuni stati mentali siano migliori di altri e che i professionisti dovrebbero sforzarsi di raggiungere l'equanimità.

Tipo 4: Daijo Zen

Daijo Zen è noto come la grande pratica. È uno Zen veramente buddhista che ti permette di vedere la tua vera natura in ogni momento. È il tipo di Zen che è stato insegnato da Buddha.

Daijo Zen ti consente di capire che sei inseparabile da tutti gli esseri. Impari che colpisci tutti gli altri e loro ti influenzano. Questa comprensione consente un'intimità e una compassione più profonde.

Daijo Zen ti insegna a liberarti dalle illusioni del mondo per sperimentare una realtà assoluta, indifferenziata. Impari a rimuovere confini e limiti. Si concentra sulla natura del sé ed è una religione di illuminazione.

Ti insegna a risvegliare e attualizzare la tua vera natura. Più pratichi questa tecnica, più vorrai esercitarti e sentire la necessità di farlo.

Tipo 5: Saijojo Zen

Saijojo Zen è il veicolo più alto dello Zen buddista. Si dice che sia la più grande pratica perché l'attenzione non è sul tentativo di realizzare o realizzare qualcosa.

La pratica corretta di Saijojo ti riporta all'essenza della tua vera natura, che è perfetta. Ti astieni dal volere, dall'afferrare o dal cercare di ottenere qualcosa. Piuttosto, hai fede che raggiungerai l'illuminazione da una pratica dedicata. Il suo obiettivo è praticare la pratica. La tua pratica seduta diventa semplicemente seduta ed essere. Sei completamente risvegliato alla tua natura pura e vera con questa pratica.

La linea di fondo

La varietà di scelta nella meditazione zazen può essere utile perché le tue esigenze e il tuo focus possono cambiare nel tempo. Inizia con il tipo che ti piace di più in questo momento. Puoi sperimentare con diversi tipi per scoprire quali sono i tipi più adatti a te.

Impegnati nella pratica e ricorda che Zazen non ti aiuterà a volare lontano dalla realtà. Il suo focus è radicato nel momento presente, e ti aiuterà a essere più equilibrato e centrato. Più pratichi, più sarà facile per te avere consapevolezza del momento presente.

Ricorda che l'oggetto deve essere consapevole di ciò che sta accadendo e non giudicarlo come buono o cattivo. La meditazione Zen diventerà più facile col passare del tempo, poiché è una disciplina che può essere appresa con la pratica. Se puoi, cerca un insegnante qualificato che possa aiutarti a guidare la tua pratica.