Tutto quello che dovresti sapere sulla xeroftalmia

Tutto quello che dovresti sapere sulla xeroftalmia

Cos'è la xeroftalmia?

Xeroftalmia è una malattia progressiva degli occhi causata da carenza di vitamina A. La mancanza di vitamina A può seccare i condotti lacrimali e gli occhi. Xeroftalmia può svilupparsi in cecità notturna o danni più gravi alla cornea, lo strato esterno dell'occhio. Questo danno può assumere la forma di macchie bianche sugli occhi e ulcere sulle cornee. Xeroftalmia di solito può essere invertita con la terapia con vitamina A.

Continuate a leggere per saperne di sintomi e rischi per questa condizione e quali opzioni di trattamento sono disponibili.

Quali sono i sintomi?

I sintomi della xeroftalmia iniziano lieve e poi peggiorano progressivamente se una carenza di vitamina A non viene trattata. Se hai questa condizione, il rivestimento sottile della palpebra e del bulbo oculare, chiamato congiuntiva, si asciuga, si ispessisce e comincia a raggrinzirsi. Quell'essiccazione e rughe causano vari sintomi.

La cecità notturna è un sintomo precoce. Questa è un'incapacità di vedere in penombra. L'Organizzazione Mondiale della Sanità e gli operatori della sanità pubblica hanno utilizzato il numero di casi di cecità notturna come indicatore della carenza di vitamina A in una popolazione.

Man mano che la xeroftalmia progredisce, le lesioni si formano sulla cornea. Questi depositi di tessuto sono chiamati macchie di bitot. Puoi anche ottenere ulcere corneali. Nelle ultime fasi della condizione, parte o tutti i liquefatti della cornea. Questo alla fine porta alla cecità.

Cosa causa la xeroftalmia?

L'xeroftalmia è causata dalla mancanza di vitamina A. Il corpo non produce la vitamina A da solo. Invece, devi prendere la vitamina A dagli alimenti che mangi. La vitamina A è essenziale per la visione perché è un elemento della proteina che assorbe la luce nei recettori della retina.

La vitamina A è anche importante per la funzione e la manutenzione del tuo cuore, polmoni, reni e altri organi.

L'xeroftalmia è rara negli Stati Uniti, nel Regno Unito e in altri paesi sviluppati. È ancora presente nei paesi in via di sviluppo in cui le persone possono avere un accesso limitato ai prodotti animali, comunque.

Dove si trova la vitamina A?

La vitamina A è anche nota come retinolo. È una sostanza liposolubile che si trova in prodotti di origine animale come:

  • fegato di pesce
  • pollame
  • carne
  • latticini
  • uova

È anche possibile ottenere vitamina A da fonti vegetali sotto forma di beta-caroteni. I beta-caroteni vengono convertiti in retinolo nell'intestino. Ma questo processo è inefficiente come fonte di vitamina A rispetto al consumo di prodotti animali. Le fonti di beta-caroteni includono:

  • verdure a foglia verde
  • frutta e verdura gialla e arancione
  • olio di palma rosso

Quanto è diffusa questa condizione?

Xeroftalmia è rara negli Stati Uniti: ci sono solo resoconti clinici isolati della malattia, secondo il dottor Alfred Sommer, professore alla Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health e esperto internazionale di carenza di vitamina A.

La carenza di vitamina A e la xeroftalmia rappresentano un grave problema di salute pubblica nei paesi in via di sviluppo, colpendo milioni di donne e bambini. È una delle principali cause di cecità nei bambini. Uno studio del 2002 ha rilevato che in tutto il mondo:

  • circa 4,4 milioni di bambini in età prescolare hanno avuto xeroftalmia
  • più di 6 milioni di donne sviluppano cecità notturna durante la gravidanza ogni anno

Chi è a rischio di xeroftalmia?

Il rischio maggiore di xeroftalmia è la povertà e la mancanza di una dieta adeguata, in particolare la mancanza di prodotti di origine animale. Neonati e bambini sono a maggior rischio. Più piccolo è il bambino, più gravi sono gli effetti della carenza di vitamina A.

I bambini richiedono molta vitamina A per crescere. La carenza di vitamina A influisce anche sulla capacità di sopravvivere a infezioni e malattie infantili comuni, come diarrea, morbillo e infezioni respiratorie.

Altri fattori di rischio riguardano un numero molto minore di persone negli Stati Uniti e in altri paesi. I seguenti sono fattori di rischio perché influenzano la capacità di una persona di assorbire la vitamina A:

  • alcolismo
  • fibrosi cistica
  • malattie come la celiachia che limitano l'assorbimento dei nutrienti
  • malattia del fegato, come la cirrosi
  • diarrea cronica
  • trattamento con radioiodio per il cancro della tiroide, che può produrre sintomi non persistenti di xeroftalmia

Quanta vitamina A hai bisogno?

Secondo il National Institutes of Health (NIH), le indennità giornaliere raccomandate per la vitamina A variano a seconda dell'età e, in alcuni casi, del genere.

EtàMaschioFemmina
0-6 mesi400 mcg400 mcg
7-12 mesi500 mcg500 mcg
1-3 anni300 mcg300 mcg
4-8 anni400 mcg400 mcg
9-13 anni600 mcg600 mcg
14 anni e più900 mcg700 mcg

L'NIH fornisce raccomandazioni separate per le donne in gravidanza o che allattano.

EtàGravidanzaAllattamento
14-18 anni750 mcg1.200 mcg
19-50 anni770 mcg1.300 mcg

Queste raccomandazioni sono per le persone che sono sane e ben nutrite. Il medico può fare raccomandazioni diverse se si dispone di una condizione medica o di una carenza di vitamine.

Cosa dovresti aspettarti quando vedi il tuo dottore?

Il medico eseguirà un esame obiettivo e ti farà domande sui sintomi e sulla dieta.

Se ha la cecità notturna, il medico può iniziare con la terapia con vitamina A, anche prima di eseguire esami del sangue.

Talvolta le ulcere corneali di xeroftalmia vengono scambiate per infezioni batteriche. Di conseguenza, il medico può prescrivere un antibiotico. Potrebbero essere necessari ulteriori test per la carenza di vitamina A.

Come viene trattata la xeroftalmia?

La supplementazione di vitamina A è il trattamento immediato per la xeroftalmia. La vitamina A può essere presa per via orale o iniettata. La dose varia in base all'età e alle condizioni generali di salute.

Nei casi più avanzati in cui la cornea è danneggiata, è possibile ricevere antibiotici per prevenire infezioni secondarie. Potrebbe essere necessario tenere gli occhi coperti per proteggerlo fino a quando la lesione guarisce.

Gli integratori di vitamina A possono rapidamente invertire i sintomi della xeroftalmia e aiutare a proteggere i bambini dalla morte di altre malattie infantili.

Gli integratori di vitamina A vengono somministrati preventivamente nelle aree in cui la xeroftalmia è un problema noto. Questo è un modo a basso costo per prevenire la sofferenza umana e le morti. Uno studio del 2007 ha stimato che 500 milioni di capsule di vitamina A sono distribuite annualmente, ad un costo relativamente basso di 10 centesimi per capsula.

L'educazione alimentare può essere importante per aiutare le persone a fare il miglior uso delle loro risorse alimentari. La fortificazione degli alimenti commerciali con vitamina A aiuta anche a ridurre la carenza di vitamina A. Alcuni alimenti che possono essere fortificati includono:

  • oli e grassi
  • cereali
  • latte
  • zucchero

Un'altra possibile fonte di vitamina A è il riso dorato, che è geneticamente modificato per contenere il beta-carotene. È stato opposto da gruppi che sono contrari a qualsiasi modifica genetica del cibo.

Cosa puoi aspettarti?

L'xeroftalmia migliora rapidamente con gli integratori di vitamina A. In casi molto avanzati, le cicatrici possono rimanere e compromettere la vista. Nei casi peggiori si può verificare la cecità permanente.

La carenza di vitamina A e la xeroftalmia rimangono un problema significativo di salute pubblica nei paesi in via di sviluppo e in aree di guerra o disastri naturali. La disponibilità e la convenienza di una dieta adeguata, compresi prodotti animali e verdure a foglia verde, è fondamentale.

Se voi o il vostro bambino siete a rischio di carenza di vitamina A, parlate con il vostro medico circa l'assunzione di supplementi di vitamina A. Inoltre, varia la tua dieta il più possibile per includere prodotti animali, verdure e frutta con beta carotene.

Leggi avanti: Prevenire i problemi agli occhi "