Perché dovresti chiedere al tuo dottore di fibrosi polmonare idiopatica

Perché dovresti chiedere al tuo dottore di fibrosi polmonare idiopatica

Se sei un fumatore, ha senso chiedere al tuo medico di fibrosi polmonare idiopatica (IPF), una malattia polmonare rara e incurabile. Anche se non fumi, ci sono altri motivi per cui potresti voler controllare la salute dei tuoi polmoni.

La malattia da reflusso gastroesofageo (GERD), ad esempio, aumenta il rischio di IPF. Se hai subito trattamenti radioterapici per il cancro, o sei regolarmente esposto alla polvere e agli inquinanti ambientali nel tuo lavoro, devi anche chiedere di questa malattia.

Se non si dispone di nessuno di questi fattori di rischio, ma si ha una storia familiare di malattia polmonare, è meglio aprire subito un dialogo con il proprio medico di base. Quando l'IPF viene rilevato precocemente, i trattamenti possono aiutare a rallentare la sua progressione e migliorare la qualità della vita.

Ecco altri sette motivi per cui potresti chiedere al tuo medico di parlare di IPF al tuo prossimo appuntamento.

1. IPF è in aumento

L'IPF è generalmente una malattia polmonare rara, ma studi recenti suggeriscono che il numero di casi potrebbe aumentare. Uno studio del 2013 pubblicato sul Journal of Clinical Epidemiology ha riportato che la malattia è "sottovalutata"? in termini di quante persone colpisce. Gli autori hanno aggiunto che l'incidenza è in aumento e dovrebbe aumentare con l'invecchiamento della popolazione.

La British Lung Foundation è d'accordo, affermando che tra il 2004 e il 2012 il numero di persone con la malattia è aumentato da 37 ogni 100.000 a 50 ogni 100.000. Uno studio del 2014 negli Annali dell'American Thoracic Society ha riportato che anche la morte di IPF è in costante aumento in tutto il mondo.

Queste e altre statistiche suggeriscono che più persone potrebbero avere a che fare con questa malattia nei prossimi anni. Verificare con il proprio medico per assicurarsi che i polmoni siano sani. Se stai sviluppando la malattia, prima puoi scoprire, meglio è.

2. L'IPF rende più difficile respirare

I tuoi polmoni sono in genere molto flessibili. Si espandono e si contraggono per accogliere ed espellere l'aria. L'IPF arriva e li rende rigidi e inflessibili. Per qualche ragione sconosciuta, il tessuto cicatriziale si forma all'interno dei polmoni, rendendo più difficile respirare.

Puoi immaginare quanto sia rigida e dura una cicatrice sulla tua pelle. Quando si formano cicatrici nei polmoni, diventano anche spesse e indurite. Durante un periodo di anni, il tessuto cicatriziale si diffonde. In questo modo, i tuoi polmoni sono meno in grado di svolgere il loro lavoro.

La velocità con cui la malattia progredisce dipende dalla persona. In alcune persone, si svilupperà rapidamente. La respirazione diventerà più difficile nel giro di pochi anni. In altri casi, la malattia progredisce più lentamente.

3. I sintomi di IPF possono passare inosservati per anni

Di solito se qualcosa non va, puoi dire: quando hai l'influenza, potresti avere dolori muscolari o febbre. Se rompi un osso, il dolore ti dice che qualcosa non va bene.

Ma con IPF, i sintomi possono essere sottili e persino confusionari. Nelle prime fasi della malattia, non si può verificare alcun sintomo. Il primo sintomo evidente è solitamente mancanza di respiro, ma questo può essere facilmente eliminato. Potresti sentire come se fossi solo fuori forma, o che ti stancassi troppo. Se il sintomo si manifesta inizialmente durante l'esercizio, è facile pensare che forse sei appena diventato un po 'più grande.

Un altro sintomo precoce può includere una leggera tosse secca. Di nuovo, questo può essere attribuito a molte cose. Potresti pensare di avere un raffreddore, che l'aria sia troppo secca o che tu stia soffrendo di allergie. Chiedete presto al vostro medico di parlare di sintomi anche lievi può aiutarvi a gestire meglio eventuali problemi potenziali.

4. La diagnosi precoce è la migliore

Anche se si hanno chiari sintomi di IPF, come dolore al petto, attacchi di tosse, affaticamento, dolori muscolari, dolori articolari e respirazione superficiale, la diagnosi può essere difficile. Anche la polmonite e le malattie cardiache possono causare questi tipi di sintomi, quindi i medici devono fare un piccolo lavoro di detective.

Ciò significa che può richiedere del tempo per determinare se si dispone di IPF. I medici potrebbero aver bisogno di condurre diversi test e osservare i tuoi progressi per alcune settimane. Probabilmente chiederanno della tua storia familiare, poiché è noto che l'IPF ha una forte componente genetica. Prima puoi iniziare il processo, meglio è.

Diversi studi hanno suggerito che la diagnosi precoce è la chiave per estendere la sopravvivenza. Nel 2013, i ricercatori hanno scoperto che la diagnosi precoce ha contribuito a personalizzare il trattamento per ogni persona. Uno studio del 2014 ha dimostrato che la diagnosi precoce era fondamentale per le cure adeguate e offriva la più ampia gamma di opzioni per gestire la malattia.

5. I trattamenti precoci possono rallentare la progressione dell'IPF

La FDA ha recentemente approvato nuovi farmaci per trattare l'IPF. Questi hanno mostrato la promessa di aiutare a rallentare la progressione della malattia, ma ancora una volta, è importante scoprire la malattia il più presto possibile.

Secondo uno studio del 2014 dell'European Respiratory Review, una diagnosi precedente è in realtà un prerequisito per un trattamento precedente e può migliorare i risultati a lungo termine.

I ricercatori hanno notato che potrebbe effettivamente esistere una "finestra di opportunità"? quando le droghe funzionano meglio. Questa finestra di solito si verifica all'inizio.

Una diagnosi ritardata, d'altra parte, può comportare una più rapida progressione della malattia. Può anche portare a tassi di sopravvivenza più bassi.

6. I trattamenti precoci migliorano la qualità della vita

Prima sai di avere IPF, prima puoi adottare abitudini di vita che aiutano a sostenere la salute dei tuoi polmoni.

Sai che l'esercizio è importante per la salute generale. Rimanere in forma può anche aiutarti a gestire meglio l'IPF. Secondo uno studio del 2016 in Respirology, le persone che avevano un indice di massa senza grasso più elevato avevano più probabilità di sopravvivere più a lungo con la malattia. Indice di massa senza grasso è una misura della massa muscolare del tuo corpo. Sapere questo presto può ispirarti a continuare a lavorare per mantenere i tuoi muscoli forti.

Tuttavia l'esercizio fisico può diventare difficile quando i polmoni non funzionano correttamente.La riabilitazione polmonare può aiutarti ad apprendere nuove tecniche di respirazione che ti aiuteranno a rimanere attivo anche mentre la malattia progredisce. Se si dispone di GERD, che è fortemente correlato con IPF, il trattamento in modo più coerente può anche aiutare a godere di un minor numero di sintomi.

Questi e altri passaggi possono aiutarti a diventare più preparato su come la malattia possa influenzarti in futuro. Possono anche aiutarti ad adottare un approccio olistico al trattamento della malattia, in modo da poter fare tutto il possibile per rallentarlo e migliorare la qualità della vita.

7. Una diagnosi precoce può aiutare qualcuno nella tua famiglia

La ricerca ha scoperto che la genetica gioca un ruolo importante in IPF. A questo punto non è chiaro esattamente quali geni potrebbero essere coinvolti. Gli studi hanno mostrato diversi che sono associati con la funzione polmonare. I ricercatori continuano a esaminarlo, per vedere se riescono a scoprire nuovi modi per curare la malattia.

Nel frattempo, è chiaro che IPF funziona in famiglie. Ciò significa che se ti viene diagnosticata, puoi condividere tali informazioni con altri che sono legati a te. Le tue informazioni possono aiutare qualcun altro a ottenere una diagnosi precoce, che potrebbe finire per estendere la loro vita.

Per la tua salute generale e la tua longevità e per la sicurezza della tua famiglia, chiedi al tuo dottore della tua salute polmonare oggi.